Progetto

Consapevole di… che cosa?

Partecipare a uno studio clinico può offrirti la possibilità di accedere a trattamenti più efficaci, ma può anche esporti a rischi difficilmente prevedibili.
Il numero di studi clinici condotti a livello mondiale è enorme (basta dare un’occhiata a un registro di studi clinici). Tuttavia, il modo in cui i trattamenti vengono studiati e il coinvolgimento dei pazienti può variare in maniera sostanziale. E' importante che tu sia consapevole di queste differenze e capisca come funziona la ricerca medica prima di decidere se partecipare a uno studio clinico.
Uno studio clinico progettato in modo impreciso può portare a risultati inutili. O, peggio ancora, a risultati che confondano ancora di più le idee. Prima di prendere parte a uno studio, quindi, devi essere sicuro che si tratti di un buono studio, adatto alla tua situazione e alle tue esigenze. Ma come puoi scoprirlo?
Questo sito fa parte del progetto ECRAN – European Communication on Research Awareness Needs – che è finanziato dalla Comunità Europea per migliorare la conoscenza dei cittadini europei sulla ricerca medica e supportare la loro partecipazione a studi clinici indipendenti e multinazionali.
ECRAN intende fornire spiegazioni chiare e attendibili su concetti di base e avanzati, informazioni pratiche, contenuti formativi come guide, tutorial, film e persino giochi (ma seri!), per garantire che tu sia ben informato prima di decidere se partecipare a uno studio clinico o no.

Perché indipendenti e multinazionali?

Attualmente la maggior parte degli studi clinici è sponsorizzata dall’industria farmaceutica, in genere per introdurre un nuovo farmaco sul mercato. Il fine principale di questi studi, quindi, è dimostrare agli enti regolatori l’efficacia e la sicurezza del nuovo prodotto.

Al contrario, gli studi indipendenti non hanno interessi commerciali e di solito sono lo strumento ideale per identificare il miglior trattamento disponibile, i possibili effetti negativi a lungo termine e l’impatto reale sui pazienti nella vita di tutti i giorni.

D’altra parte, gli studi clinici indipendenti sono finanziati da enti, istituzioni e centri di ricerca pubblici o da associazioni di pazienti e hanno come priorità quella di rispondere a questioni rilevanti per i pazienti, per esempio identificare il miglior trattamento disponibile, i possibili effetti negativi a lungo termine e l’impatto reale sui pazienti nella vita di tutti i giorni.

Gli studi indipendenti puntano a espandere la conoscenza in campo medico e a beneficio dei pazienti, piuttosto che soddisfare gli enti regolatori in merito alla sicurezza di un prodotto da immettere sul mercato.
Gli studi indipendenti vengono spesso condotti contemporaneamente da diversi centri di ricerca e anche in paesi diversi – vale a dire a livello multinazionale – con l’obiettivo di studiare i trattamenti su diversi tipi di gruppi di pazienti e di popolazioni. I risultati più utili e attendibili, infatti, provengono da studi che coinvolgono un’ampia varietà di persone (comprese quelle considerate più fragili, come anziani, bambini e donne) per assicurare che i risultati possano essere applicati anche a queste categorie di pazienti.
Gli studi indipendenti intendono rispondere a domande su prevenzione e terapia, in modo da assicurare a tutti un’assistenza medica più efficiente. Per questo motivo la Commissione Europea ha deciso di investire fondi per supportare sempre più ricerca indipendente. Il progetto ECRAN fa parte di questo sforzo.

Sapevi che…?

I contenuti del sito ECRAN sono disponibili in 6 lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano e polacco) e presto lo saranno in molte altre ancora (tutte le lingue parlate nell’Unione Europea) per assicurare a tutti una comprensione di base.

Valuta questo contenuto: 
Average: 3.6 (7 votes)